Sempre per i single, qualche dritta per lavare i vetri senza creare aloni.

Premetto che per lavare i vetri la temperatura esterna non deve essere troppo fredda o troppo calda, o i vostri vetri non verranno bene. Oggi è possibile trovare strumenti come i lavavetri robot che fanno il lavoro autonomamente, ma il costo è ancora alto e quindi lavare i vetri manualmente rimane la soluzione migliore. Vediamo cosa bisogna fare.

Preparate un secchiello di acqua calda in cui diluirete senza eccedere, alcool o ammoniaca, o addirittura aceto. Prendete un pannospugna nuovo, che utilizzerete solo per lavare vetri o specchi tuttalpiù.

Procuratevi fogli di giornali vecchi( per asciugare vetri, danno risultati migliori dei panni asciutti). ora, una volta immerso il pannospugna nell’acqua, strizzatelo molto bene e lavate una porzione di vetro.

Non agite a casaccio: pulite il vetro o con movimenti verticali o con movimenti orizzontali, MAI combinare passate verticali o orizzontali, altrimenti c’è il rischio che si vedano, una volta finito il vetro.Partite sempre dall’alto e dalla parte esterna del vetro.

Una volta lavato il vetro, procedete ad asciugarlo col vecchio foglio di giornale, vedrete come verrà bene. Appena il vecchio foglio di giornale sarà bagnato, sostituitelo con un giornale asciutto, così non creerete aloni.

Fate una parte di vetro alla volta e poi asciugatelo. Partite prima dal vetro esterno e lavate sempre dal’alto al basso, non viceversa!Se l’acqua che avete usato per fare la parte esterna del vetro è sporca, cambiate l’acqua per pulire la parte interna del vetro. O si vedranno tutti gli aloni.

Alla fine del lavoro mettete la stanza in leggera penombra, e controllate in controluce, che i vetri siano puliti. Dimenticavo:quando pulite i vetri, insistete molto negli angoli, è la zona preferita dagli insettini per lasciare le loro piccole feci bianche.

Post Navigation