Le calle hanno uno squisito sapore classico nonostante sia il fiore più grafico e plastico che si conosca. Le nuove varietà colorate sono affascinanti, ma la calla tradizionale, con il bianco candido del calice appena sfumato di verde, è un intramontabile segno di stile e di ricercatezza. Il cestino di calle è perfetto sulle mensole della sala o come centrotavola per illuminare i pomeriggi bui dell’autunno.

Occorrente
Calle con foglie, 15 fiori
Un cestino di rete metallica di 30 cm di diametro
Spugna per fresco, 1 mattonella
2 candele
Una piccola sagoma di rame
Coltellino

Alcune bulbose hanno foglie o gambi così belli da poter diventare i soggetti principali della composizione. Le foglie più interessanti sotto questo aspetto sono quelle della calla, ma sono utili e decorative anche quelle degli iris e dei gladioli. Rivestire il cestino di rete con le foglie della calla e mettere la spugna opportunatamente sagomata, all’interno. Come ulteriore precauzione si può foderare la spugna con un foglio di cellophane o di plastica.

Dopo aver inumidito la spugna, inserire le candele una opposta all’altra, ai lati della spugna. Oltre che color crema, si possono utilizzare candele verde acido o giallo limone. Aggiungere i segmenti di gambo di calla lungo il perimetro della composizione. Spesso gli steli delle bulbose sono molto belli e decorativi e vale la pena di utilizzarli.

Completare con le calle recise a 8 cm e inserirle nella spugna in modo che sia visibile solo il calice. Questa fresca composizione nasce per essere lasciata in alto, sopra un mobile. Se si desidera metterla su un piano più basso, o usarla come centrotavola, è necessario riempire gli spazi vuoti con pezzi di muschio o di lichene.

Post Navigation