Il livello dell’olio del motore è un parametro fondamentale da non sottovalutare, pena la possibile fusione del motore stesso. Quindi è fondamentale che stia sempre al giusto livello per garantire le automazioni del veicolo senza alcun problema per le parti meccaniche. Segui la guida.

La prima regola fondamentale per potere controllare il livello dell’olio motore è quella di spegnere il motore in un luogo con suolo pianeggiante, e attendere che raffreddi. Tirare fuori l’asta di livello. A questo punto, indossate dei guanti (a questo proposito, tenete sempre gli attrezzi necessari per una qualsiasi emergenza, dentro il portabagagli della vostra auto).

Alzate quindi la leva, normalmente posta sotto il volante dell’auto, fino ad aprire il cofano. Alzate il cofano e fermatelo con l’apposita asta di bloccaggio. Estraete a questo punto, l’asta dell’olio, posta sopra il blocco motore in basso e, dopo esservi muniti anche di una pezza o straccio, pulite l’asta con la stessa.

Reinserite l’asta nel proprio alloggio per tre secondi circa ed estraetela nuovamente. Osservate quindi il limite tra la parte asciutta e la parte lubrificata: deve trovarsi tra il “mini” e “maxi”. Sopra il maxi: rischio di rottura del giunto di tenuta del serbatoio d’olio. In questo caso, occorre togliere l’eccedenza rapidamente. Se invece risulta essere sotto al minimo, dovete rimanere fermi, perché circolare con un livello d’olio insufficiente significa correre il rischio di fondere una biella. Rimboccate con l’olio idoneo alla vostra vettura, seguendo questa guida sul sito Manutenzioneauto.net, fino al raggiungimento del livello.

Post Navigation