Category Archives: Economia

prestiti senza busta paga sono una tipologia di finanziamenti molto interessanti e, in alcuni casi, rappresentano l’unica possibilità di ottenere un prestito.

Per avere un prestito è sempre necessario fornire delle garanzie e la garanzia più utilizzata è sicuramente la presenza di uno stipendio da dipendente. Solitamente i finanziamenti vengono concessi tramite la cessione del quinto, una tipologia di prestito in cui il rimborso delle rate avviene con trattenute sulla busta paga e che quindi è possibile solo per chi ha un lavoro da dipendente.

I prestiti senza busta paga sono quindi finanziamenti destinati a chi non ha questa possibilità. Per ottenerli diventa importante trovare garanzie valide da fornire alle banche.

Una prima garanzia che è possibile utilizzare è rappresentata dal garante, una persona che ha una situazione finanziaria solida e che si assume i rischi del finanziamento con il debitore.
Trovare un garante che abbia i requisiti necessari può però essere complicato.

Un’alternativa interessante è rappresentata dalla presenza di un immobile. Chi è proprietario di un immobile può utilizzarlo come forma di garanzia aumentando così le possibilità di avere un finanziamento.

Avere i prestiti senza busta paga non è quindi semplice, si tratta però di una soluzione possibile se si riesce a trovare forme di garanzia valide.

prestiti inpdap rappresentano una tipologia di prestiti piuttosto particolare, si tratta infatti di finanziamenti che vengono concessi dall’ente agli iscritti a un proprio fondo.

I prestiti inpdap non sono quindi disponibili per tutti, solo i dipendenti pubblici iscritti al fondo gestito dall’ente hanno la possibilità di ottenerli. Rappresentano comunque una categoria di prestiti interessanti visto che sono concessi con condizioni vantaggiose.

Possiamo individuare due tipologie di prestiti inpdap che sono i prestiti diretti e i prestiti indiretti. Queste due tipologie si distinguono per il modo con cui vengono concessi i finanziamenti.

I prestiti inpdap diretti sono infatti concessi tramite i fondi dell’ente mentre i prestiti inpdap indiretti sono offerti da banche con cui esistono delle convenzioni.

I finanziamenti sono concessi tramite la cessione del quinto, le rate da rimborsare sono quindi trattenute dalla busta paga del dipendente.

I prestiti inpdap possono avere una durata variabile, particolarmente interessnti risultano essere i piccoli prestiti inpdap. Si tratta di finanziamenti che hanno una durata compresa tra i dodici e i quarantotto mesi e che possono essere richiesti dai dipendenti quando si presentano necessità urgenti.

Per avere i piccoli prestiti inpdap è infatti necessario specificare i motivi per cui si ha bisogno del finanziamento quando si effettua la richiesta.

I prestiti agevolati sono finanziamenti che possono essere finalizzati o non finalizzati, che sono soggetti a agevolazione o a incentivo da parte dello Stato o da parte degli enti locali a seguito di un bando di gara.

Anche i prestiti d’onore, per esempio, sono da inserire tra i prestiti agevolati, l’agevolazione che rende questi prestiti più accessibili o più favorevoli al richiedenti rispetto agli strumenti finanziari del mercato bancario possono essere messe a disposizione sotto forma di garanzia o tramite un interesse ridotto rispetto al piano di ammortamento normale.

Nel primo caso, l’ente pubblico agisce da garante presso la banca per consentire a persone che non potrebbero altrimenti  accedere al finanziamento.

Nel secondo caso, invece, il richiedente può pagare il prestito che gli viene erogato, ma parte dell’interesse viene pagato dall’ente pubblico, l’ente può pagare solo un interesse (generalmente il TAN) trasformando quel finanziamento in un prestito agevolato a tasso 0, oppure pagare una parte dell’interesse totale (se tra TAN e TAEG l’interesse applicato è del 20%, il richiedente paga solo il 10% grazie al prestito agevolato).

Per richiedere questi finanziamenti, è necessario visitare i portali delle Regioni per i bandi.

I prestiti agevolati sono quindi una soluzione sicuramente interessante.

La cessione del quinto è sicuramente la tipologia di prestito più comune, in questo articolo vediamo quali sono le caratteristiche e come è possibile ottenere questi finanziamenti.

La cessione del quinto si differenzia dagli altri prestiti per il modo in cui avviene il rimborso, le rate sono infatti trattenute dalla busta paga del debitore. Si tratta di una caratteristica molto importante, la cessione del quinto può essere infatti solo ottenuta da chi ha un lavoro da dipendente.

Il fatto che il rimborso avvenga con trattenute sulla busta paga rappresenta una garanzia importante per la banca che concede il prestito, per questo motivo la cessione del quinto è solitamente una tipologia di prestito piuttosto semplice da ottenere.

La cessione del quinto rappresenta quindi una soluzione molto interessante per chi ha bisogno di un prestito veloce, i tempi per ottenere questo tipo di finanziamenti sono piuttosto ridotti rispetto a altri tipi di prestiti.

L’importo massimo che è possibile richiedere dipende dallo stipendio, non può infatti superare un quinto di quanto si guadagna mensilmente.

Lo strumento migliore per trovare un prestito tramite la cessione del quinto è sicuramente la rete, online sono infatti numersoi i siti su cui è possibile confrontare le varie offerte e individuare quelle che risultano essere più adatte alle proprie esigenze.