Questi tipi di file, sono file di immagine disco, e quindi occorre masterizzarli su cd per poterli aprire. Però esiste un’altro metodo per poterw aprire questi file. Come fare? Facile, continua a leggere e passo per passo ti spiegherò come fare.

Intanto, per prima cosa, dovrai avere un programma di masterizzazione come nero, alcohol 120% deepburner o altri. In questa guida utilizzeremo il programma Alcohol 120% perchè è molto semplice da utilizzare. Ora scarica il programma, ed installalo sul tuo pc seguendo la procedura guidata, (mentre lo installi dovrai mettere anche il segno di spunta alla voce installa periferiche virtuali) dopo potremo passare al secondo passo.

Adesso dopo che alcohol sarà installato, riuscirai a vedere, su risorse del computer, un lettore cd/dvd: questa è la periferica virtuale, praticamente quando salvi un file o masterizzi un file, il computer lo salva dentro l’harddisk, ma è come se fosse salvato su una periferica esterna come un cd o un dvd!

Adesso apri il programma, e vai sulla periferica virtuale, selezionala, e click con il tasto destro su di essa, e nella finestrina che si apre, click sulla voce monta immagine cd/dvd, poi nella nuova finestra seleziona il file (che potrebbe essere un gioco, un programma, o qualcosa del genere) con estensione .bin e click su ok. Adesso il tuo gioco è come se fosse su un dvd inserito nel lettore, così partirà anche la schermata autoplay.

Sempre per i single, qualche dritta per lavare i vetri senza creare aloni.

Premetto che per lavare i vetri la temperatura esterna non deve essere troppo fredda o troppo calda, o i vostri vetri non verranno bene. Oggi è possibile trovare strumenti come i lavavetri robot che fanno il lavoro autonomamente, ma il costo è ancora alto e quindi lavare i vetri manualmente rimane la soluzione migliore. Vediamo cosa bisogna fare.

Preparate un secchiello di acqua calda in cui diluirete senza eccedere, alcool o ammoniaca, o addirittura aceto. Prendete un pannospugna nuovo, che utilizzerete solo per lavare vetri o specchi tuttalpiù.

Procuratevi fogli di giornali vecchi( per asciugare vetri, danno risultati migliori dei panni asciutti). ora, una volta immerso il pannospugna nell’acqua, strizzatelo molto bene e lavate una porzione di vetro.

Non agite a casaccio: pulite il vetro o con movimenti verticali o con movimenti orizzontali, MAI combinare passate verticali o orizzontali, altrimenti c’è il rischio che si vedano, una volta finito il vetro.Partite sempre dall’alto e dalla parte esterna del vetro.

Una volta lavato il vetro, procedete ad asciugarlo col vecchio foglio di giornale, vedrete come verrà bene. Appena il vecchio foglio di giornale sarà bagnato, sostituitelo con un giornale asciutto, così non creerete aloni.

Fate una parte di vetro alla volta e poi asciugatelo. Partite prima dal vetro esterno e lavate sempre dal’alto al basso, non viceversa!Se l’acqua che avete usato per fare la parte esterna del vetro è sporca, cambiate l’acqua per pulire la parte interna del vetro. O si vedranno tutti gli aloni.

Alla fine del lavoro mettete la stanza in leggera penombra, e controllate in controluce, che i vetri siano puliti. Dimenticavo:quando pulite i vetri, insistete molto negli angoli, è la zona preferita dagli insettini per lasciare le loro piccole feci bianche.

L’applicazione Word di Office è sicuramente uno tra i programmi più usati, e sicuramente ti sarà capitato qualche volta, che i suoi file non si aprano, questo può dipendere da un danneggiamento del file *.doc. Per evitare questo inconveniente ti consiglio con questa guida come fare.

Se ti appaiono segnali di errore sul desktop come questi: The document name or path is not valid. Try these suggestions. Check the file permissions for the document or drive. Use the File Open dialog box to locate the document, Word cannot open the document oppure When you attempt to open a Microsoft Word 97 document into Microsoft Word version 6.x or 7.x, the document contains garbage characters, puoi utilizzare un semplice programma per recuperare i tuoi files.

Per prima cosa connettiti al sito Repairmyword.com e clicca su download sull’area azzurra al centro della pagina; scarica i programma e installalo sul tuo computer. Una volta terminato lo scaricamento, fai doppio click sull’icona del file per avviare l’applicazione (non c’è bisogno di installazione).

Avviato il programma, dalla finestra che ti si apre, clicca su Repair/Open per caricare il file che non funziona. Ti verrà mostrata una schermata in cui il file difettoso .doc verrà trasformato in file di testo. Se tutto va bene puoi direttamente, salvalo cliccando su Save. Per aprire il nuovo file, basta che tu faccia doppio click sul file di testo appena salvato, e ti sarà aperto come testo al posto di word.

Se ti è già capitato di non riuscire ad aprire un file con estensione.rar e sei deciso ad imparare, una volta per tutte come fare, questa è la guida adatta a te. In pochi minuti e con qualche semplice passaggio riuscirai finalmente a raggiungere il tuo scopo.

L’estensione .rar indica un file costituito da un archivio compresso; il tuo primo passo per poter aprire questo tipo di file dovrà essere il download di Winrar, ovvero il software più famoso per la gestione degli archivi rar. Vai sul sito e scarica la versione più aggiornata del software.

Una volta effettuato il download, apri il file appena scaricato ed eseguine l’installazione sul tuo personal computer. A questo punto, per poter aprire il tuo archivio, clicca sull’icona di Winrar presente sul tuo desktop ed apri il programma. Adesso ti troverai di fronte alla seguente schermata.

Clicca su “File” e seleziona la voce “Apri un archivio”. Ora puoi selezionare ed aprire l’archivio da te desiderato. L’archivio verrà aperto e ti saranno mostrati tutti i files e le cartelle in esso contenuti. Cliccando sull’icona “Estrai in” si aprirà la seguente schermata, nella quale devi selezionare la cartella di destinazione dei files; successivamente, in basso a sinistra, seleziona la voce “OK” ed il gioco è fatto.

Cercando su internet varie tipologie di prestiti personali mi sono imbattuto sul Prestito Findomestic al sito internet Findomestic.it.
Il sito è ben strutturo ricchissimi di informazioni sulle multiformi tipologie di finanziamenti erogati da Findomestic. Navigando nel menù di sinistra potrai trovare delle sezioni dedicate come i prestiti personali, carte di credito, leasing veicoli, cessioni del quinto, mutui casa, assicurazioni e conto deposito.

Qualsiasi tipo di prestito cerchi su Findomestic dovrai trovarlo a occhi chiusi. Provando a cliccare su prestiti personali Findomestic ci spiega il grande vantaggio di richiedere un finanziamento online:
– Le spese di istruttoria pratica, imposta di bollo, comunicazioni periodiche e altro ancora ammontano a zero
– Le rate del prestito Findomestic sono totalmente personalizzabili per quanto riguardo l’importo e la durata.
– Sul prestito Findomestic hai il cento percento dell’importo richiesto senza dover anticipare nulla.
– Possibilità nel caso tu avessi altri debiti e finanziamenti in corso di consolidare in un’unica soluzione, unica rata quindi il tuo prestito.
– Nel caso in cui le tue finanze variano di mese in mese hai la passibilità di ridurre o aumentare la rata dopo aver rimborsate le 6 rate antecedenti.
– Possibilità di saltare come un canguro per 3 volte una rata dopo aver rimborsato almento 6 rate.
– Le spese di cambio o salto rata sono naturalmente gratuite.

Per dettagli è possibile anche contattare la finanziaria telefonicamente seguendo questa guida sul servizio clienti Findomestic.

Vi consigliamo di andare sul sito web ufficiale Findomestic per maggiori informazioni in quanto questi testi sono scritti amatorialmente non quindi da un esperto in materia.

I file.Nef della Nikon D7000, ma anche altri modelli, sono una nuova versione rilasciata da Nikon. Per aprirli con Adobe Photoshop dovete aggiornare Camera Raw all’ultima versione disponibile sul sito Adobe. Se non avete Adobe Photoshop CS5 non potrete aggiornare Camera Raw alla versione 6.3 (funzionante solo con PS5).

Inserisci la memoria SD della tua Nikon D7000 nel tuo computer. Apri il programma ViewNX 2 che danno in dotazione con la macchina. Visualizza le foto in formato.nef con tale programma. Clicca su una singola foto con il tasto destro. Scegli la seconda voce dall’alto Output, e a seguire Conversione File.

A questo punto scegli di convertire l’immagine in TIFF (16 bit), flagga la casella Compressione LZW. Scegli la cartella in cui vuoi che sia salvata la versione.tiff della tua foto. Esegui l’operazione per tutte le foto che vuoi convertire. Adesso hai files che puoi aprire con Adobe Photoshop CS4 o inferiori, e modificare facilmente.

Il formato.tiff (16 bit) è in grado di essere facilmente manipolato con Adobe Photoshop, mentre altri formati, come ad esempio il.jpeg non sono così gestibili e manipolabili, inoltre tendono a perdere molti dati quando si effettuano modifiche. La procedura è eseguibile anche per altri.nef che non vengono aperti da versioni poco aggiornate di Photoshop.

Quante volte capita in casa di dover aprire i barattoli delle salse, delle marmellate o delle varie conserve e non riuscire, sono così dure che sembrano incollati. Succede spesso anche con le bottiglie, ma seguendo questa guida riuscirai con facilità.

Per riuscire ad aprire i barattoli che avete in casa con estrema facilità, fai scorrere dell’acqua calda sul coperchio che si rifiuta di svitarsi per far espandere il metallo. Poi, per migliorare la presa, passa un elastico attorno al coperchio, in questo modo si creerà l’attrito che ti consentirà di svitarlo facilmente.

Per svitare, invece, il tappo di cristallo di una caraffa, avvolgi un panno bagnato di acqua calda attorno al collo della caraffa. Se fosse necessario, fai gocciolare un po’ d’acqua nel collo e anche attorno al tappo per far sciogliere i sedimenti che ne impediscono l’apertura. Sgocciola subito l’acqua, in modo che non si mescoli al contenuto della caraffa.

Per togliere il tappo a corona dalle bottiglie senza l’apposito arnese, usa una chiave inglese, o una forchetta, o un cacciavite, o ai denti di una chiave. Puoi usare una chiave per alzare ad uno ad uno le pieghe del tappo. La parte finale del manico di una forchetta o il cacciavite per alzare il tappo usando come leva la mano.

Tutti conoscono o avranno sentito almeno una volta il nome “photshop” però ben pochi sanno utilizzarlo, anche perchè è un programma professionale di grafica e seppur molto intuitivo rimane molto ostico da impare ad usare. Con questa guida proverò a darvi le prime nozioni.

Avrete sicuramente capito che è necessario avere il programma Photoshop per seguire la guida, quindi per prima cosa scaricate la demo o acquistatelo direttamente dal sito Adobe. Dopo averlo installato, apritelo e vi uscirà una pagina grigia con tutti gli strumenti sistemati sul lato sinistro, la barra dei menù in alto e a destra altri strumenti utili durante la fase di lavoro.

In alto a sinistra cliccate su File e poi selezionate nuovo. Questo procedimento è facilmente sostituibile premento Ctrl N sulla tastiera e vi permetterà di aprire un nuovo documento in photoshop. Prima però dovrete impostare le caratteristiche del documento. Per iniziare il nome che standard sarà “Untitled”.

Nella stessa finestra potrete scegliere le dimensioni del documento e potete impostarle sia in pixels che in centimetri che in pollici cliccando sulla finestra che si apre a tendina a destra. Altro parametro che potete impostare è la risoluzione cioè il numero di pixels per pollici o cm in base alla vostra scelta precedente. Solitamente per un immagine da mettere sul web si usa 72 ppi altrimenti va benissimo 300 ppi per foto con più dettagli. Infine cliccate su “OK” e avrete la vostra pagina da riempire.

I file in formato PDF vengono spesso protetti per evitare che vengano modificati da persone che utilizzano il tuo computer in modo improprio. Per questa ragione, se anche tu intendi sapere come bisogna fare per evitare che tutto ciò succeda nel tuo PC ad un file molto prezioso, oggi ti dimostro come modificare file PDF protetti.

Prima di spiegarti come si fa a modificare questo genere di servizi, devi sapere che essi vanno sbloccati usando un’applicazione web chiamata PDFUnlock. La puoi trovare in rete senza alcun bisogno di download, per cui recati su PDFUnlock.com, fai clic sul pulsante Sfoglia file e, quindi, su Unlock.

Questa operazione provvederà a sbloccare il tuo file e farlo divenire accessibile, per cui attendi qualche secondo che il cambiamento venga effettuato dal sito web e vedrai che il download parta in automatico nel tuo computer. Si tratta di un duplicato del file PDF protetto ma, a differenza di esso, sarà completamente privo di protezioni.

Ora che sei riuscito a bloccare il file, ti informo che devi scaricare nel tuo PC un’alternativa gratuita a Microsoft Office chiamata LibreOffice. Essa, oltre al fatto di fornirti numerose caratteristiche in più rispetto al programma originale, ti consente anche di usare un PDF come un normale file di Microsoft Word, quindi avrai la possibilità di modificarlo come ti pare e piace.

Avvia il programma Writer di LibreOffice tramite il menu Start di Windows, quindi seleziona il file PDF che intendi modificare dalla sezione File scegliendo la voce Apri. Adesso, sei davvero libero di modificare file PDF protetti.

Ora che hai appena finito di guardare l’album delle foto delle vacanze ti sei accorto che sono tutte mosse, sfocate e di poca qualità? Tranquillo, perché ora hai la possibilità di migliorarle in maniera veloce e senza problemi tramite un programma chiamato Focus Magic.

Esso è un programma che puoi scaricare gratuitamente che ti consente di migliorare le foto sfocate o mosse fino ad un numero di 10 file massimi. Dopo dovrai per forza comprare il software per avere la licenza ufficiale di questo servizio.

Dopo avere installato Focus Magic, seleziona la voce Open per scegliere il file che intendi migliorare. Quindi, scegli la sezione Filter e fai clic su Focus per migliorare una foto sfocata, oppure su Fix Motion Blur per correggere un’immagine mossa. Allora, seleziona un punto qualsiasi dell’immagine per vedere l’anteprima di essa.

Inoltre, hai a disposizione il menù Blur Width per regolare la percentuale di una foto sfocata e Amount per regolare l’intensità di correzione della tua immagine. Una volta che ti piace quello che hai fatto per migliorare il tutto, fai clic sul pulsante Start the image processing e poi su OK.

Infine, ricordati anche di salvare l’immagine modificata tramite File e scegli Save As, altrimenti tutti i cambiamenti effettuati andranno persi. Ti ricordo, quindi, che il programma è disponibile sia per Windows sia per Mac, anche con delle dimensioni leggere per poter essere spostato tramite chiavetta USB e così via.